Frasi sulla vergogna: aforismi, citazioni

Frasi sulla vergogna
Frasi sulla vergogna

Citazioni, aforismi e frasi sulla vergogna, ovvero su quel personale e profondo scompiglio interiore che sopravviene quando ci si rende conto di aver messo in atto un comportamento fisico o verbale deplorevole.

Citazioni sulla vergogna

– Liberandoci della vergogna ci libereremo anche della menzogna. E non ci rimarrà più nulla della società umana creata dal demonio. Sulla terra vivranno solo amanti felici. (Alexander Pushkin)

– Chi arrossisce è già colpevole. L’innocenza vera non si vergogna di nulla. (Jean Jacques Rousseau)

– Chi arrossisce è già colpevole, la vera innocenza non ha vergogna di nulla. (Jean-Jacques Rousseau)

– Chiedi, e ti vergognerai un attimo, non chiedere e ti vergognerai per sempre. (Haruki Murakami)

– L’uomo che si vergogna del suo lavoro non può avere rispetto di se stesso. (Bertrand Russell)

– Il ragazzo si vergognava palesemente di mostrarsi così emozionato per un fatto del genere. (Jonathan Coe)

– L’uomo non si vergogna di peccare, ma si vergogna di pentirsi. (Daniel Defoe)

– Al principe accadeva quello che accade alle persone timide: si vergognava del comportamento altrui. (Fedor Michajlovic Dostoevskij)

– Soffro della malattia dello scrivere libri e di vergognarmi d’essi quando sono finiti. (Montesquieu)

– I peccati della carne non sono nulla. Sono malattie che i medici curano, se proprio devono essere curate. Solo i peccati dell’anima sono vergognosi. (Oscar Wilde)

– Rozzo e stupido uomo quello che mai non s’ebbe a vergognar di sé stesso. (Arturo Graf)

– L’enorme aspettativa nei confronti dell’amore sessuale e, durante tale aspettativa, la vergogna, sciupano sin dall’inizio ogni prospettiva alle donne. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

– Vivi in modo tale da non doverti vergognare di vendere il tuo pappagallo ai pettegoli della città. (Will Rogers)

– La cultura dell’uomo nasce dalla nobilitazione degli istinti animali, attraverso la vergogna, la fantasia e la conoscenza. (Hermann Hesse)

– I peccati della carne non sono nulla. Sono malattie che i medici curano, se proprio devono essere curate. Solo i peccati dell’anima sono vergognosi. (Oscar Wilde)

– Far arrossire di vergogna un amico equivale a perderlo. (Publilio Siro)

– Non vergognarti degli errori, rendendoli così dei crimini. (Confucio)

– Vergogna e senso di colpa sono nobili emozioni essenziali per il mantenimento della società civile, e vitali per lo sviluppo di alcune delle qualità più raffinati ed eleganti del potenziale umano. (Willard Gaylin)

– Che cos’è per te la cosa più umana? Risparmiare vergogna a qualcuno. (Friedrich Nietzsche)

– Ciò di cui si vergogna la gente è in genere materia per una buona storia. (Francis Scott Key Fitzgerald)

– E’ proprio del dolore non avere vergogna di ripetersi. (E.M. Cioran)

– Ben venga la vergogna quando ti fa affrontare il pericolo. (Publilio Siro)

– Spesso ci vergogneremmo delle nostre più belle azioni se la gente vedesse tutti i motivi che le determinano. (François de La Rochefoucauld)

Aforismi sulla vergogna

– Qualsiasi cosa si inizi con la rabbia finisce in vergogna. (Benjamin Franklin)

– I crimini di cui un popolo si vergogna costituiscono la sua vera storia. Lo stesso è vero dell’uomo. (Jean Genet)

– Solo con la maturità, o quantomeno a una certa età, si può esprimere un’emozione senza essere impediti dalla vergogna. (Joseph Roth)

– V’è chi si vergogna di somigliare agli altri uomini, e punto non si vergogna di somigliare alle bestie. (Arturo Graf)

– Ogni persona decente si vergogna del governo sotto il quale vive. (Henry Louis Mencken)

– Esistono delle menzogne così vergognose, da provare maggior disagio a sentirle che a raccontarle. (Jacques Deval)

– Non vergogniamoci di dire ciò che non ci vergogniamo di pensare. (Michel Eyquem De Montaigne)

– Perché vergognarsi di piangere e non di ridere fra la gente e a teatro? (Stendhal)

– Quanto più tardi si inizia a fare del male tanto è più vergognoso incominciare. (Publilio Siro)

– Provo una specie di vergogna ad essere felice alla vista di tante miserie. (Jean de La Bruyère)

– Tra noi non è vergognoso riconoscere la propria povertà; ma lo è, molto di più, non darsi da fare per fuggirla. (Tucidide)

– Ciò che inizia nella rabbia finisce nella vergogna. (Benjamin Franklin)

– Gli occhi sono la dimora della vergogna. (Aristotele)

– Ogni persona decente si vergogna del governo sotto il quale vive. (Henry Louis Mencken)

– Gli uomini non si vergognano di pensare cose sporche: ma si vergognano al pensiero che gli si possano attribuire simili pensieri sporchi. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

– Che cos’è il sigillo della raggiunta libertà? Non provare più vergogna davanti a sé stessi. (Friedrich Nietzsche)

– Provo una specie di vergogna ad essere felice alla vista di tante miserie. (Jean De La Bruyère)

– Gli occhi sono la dimora della vergogna. (Aristotele)

– Chi rincorre avidamente tesori non conosce il rispetto della legge, la soggezione e la vergogna. (Decimo Giunio Giovenale)

– Una brava persona si vergogna anche davanti a un cane. (Anton Cechov)

– Vivi così da non doverti mai vergognare se qualsiasi cosa tu abbia fatto o detto viene pubblicata in tutto il mondo anche se ciò che si pubblica non è vero. (Richard Bach)

– E’ una cosa vergognosa non avere nulla di cui vergognarsi. (Sant’Agostino)

– Soffro della malattia dello scrivere libri e di vergognarmi d’essi quando sono finiti. (Montesquieu)

Frasi sulla vergogna

– Mi vergognavo di me stesso per essere vergognato di me stesso. Non mi piaceva una simile sensazione. (Benjamin Alire Sáenz)

– Il saggio si vergogna di vedere le proprie parole eccedere le proprie azioni. (Confucio)

– Non mi sorprendo di vedere gli uomini malvagi, ma spesso mi sorprendo di non veder vergogna in loro. (Jonathan Swift)

– Ovunque un uomo si sia posto, giudicando questo il suo meglio, o dovunque si sia posto da colui che lo comanda, ivi egli deve restare, qualunque sia il pericolo da affrontare, non tenendo in alcun conto né la morte né altro in confronto della vergogna. (Socrate)

– Mi vergogno di chiunque abbia occhi e fa finta di non vedere. (Kathryn Lasky)

– Paradossalmente, c’è chi odia la persona alla quale ha fatto un torto. Credo che sia perché la vittima rappresenta il ricordo perenne di un comportamento vergognoso. (Ken Follet)

– La vergogna è la più potente guida dell’emozione. E’ la paura che non siamo abbastanza bravi. (Brene Brown)

– In un paese ben governato la povertà è qualcosa di cui ci si deve vergognare. In un paese ben governato, è vergognosa la ricchezza. (Confucio)

– Meglio la vergogna sul viso che una macchia sul cuore. (Miguel de Cervantes)

– L’incapacità assoluta di provare vergogna o sentirsi in colpa per i propri misfatti è considerato segno caratteristico dello psicopatico, se si estende a quasi tutti gli aspetti della vita. (Paul Ekman)

– Gli uomini arrossiscono meno per i loro crimini che per le loro debolezze e vanità. (Jean de La Bruyère)

– Chi chiami cattivo? Chi mira soltanto a incutere vergogna. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

– Il cielo sa che non dovremmo mai vergognarci delle nostre lacrime, perché sono pioggia sulla polvere accecante della terra che ricopre i nostri cuori induriti. (Charles Dickens)

– Una persona buona prova vergogna anche davanti al cane. (Anton Pavlovic Cechov)

– Uno è tanto più rispettabile quante più sono le cose di cui si vergogna. (George Bernard Shaw)

– La timidezza è quando distogli lo sguardo da una cosa che vuoi. La vergogna è quando distogli lo sguardo da una cosa che non vuoi. (Jonathan Safran Foer)

– I libri che il mondo chiama immorali sono libri che mostrano al mondo la sua vergogna. (Oscar Wilde)

– Non vergognarti degli errori, rendendoli così dei crimini. (Confucio)

– Gli uomini non si vergognano quando pensano qualcosa di sporco, bensì quando immaginano che si attribuiscano loro questi pensieri sporchi. (Friedrich Nietzsche)

– Meglio la vergogna sul viso che una macchia sul cuore. (Miguel De Cervantes)

– La vergogna non si limita a precedere la rivoluzione – è già in sé una rivoluzione. (Karl Marx)

– Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l’animo, e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle imprese. La follia libera da entrambe. Non vergognarsi mai e osare tutto: pochissimi sanno quale messi di vantaggi ne derivi. (Erasmo Da Rotterdam)

– L’uomo è l’unico animale che arrossisce, ma è l’unico ad averne bisogno. (Mark Twain)